Oggi A Carte Coperte ci porta al final table dell'Italian Poker Tour di Malta dove Giacomo Loccarini alzò la picca dopo aver battuto in heads up Alessio Isaia. Si prospettava un finale stellare visti i campioni seduti al tavolo, e fra questi c'è anche Gianluca Speranza, che con 625.000 da UTG+2 apre a 25.000 con , foldano tutti fino al grande buio, un altro italiano, Gavino Virdis, al suo primo piazzamento a premio, con 387.000 gettoni sceglie di difendere limitandosi al call.

speranza-vs-virdis.jpg
Al flop cadono , Virdis sceglie a sorpresa di uscire puntando 36.000 ma l'avversario non è di certo disposto a mollare il colpo e chiama.

Alberto Russo chiede a Dario Minieri: "Se Virdis avesse avuto la donna, sarebbe davvero uscito puntando invece di fare check to the raiser?" La risposta è nell'analisi del Team PokerStars Pro che ci spiega come ci si comporta di solito in questi spot.

Il turn è l', stavolta Virdis checka e Speranza segue l'esempio, mentre al river cade un , ancora check, value-bet per 68.000 di Gianluca Speranza e Virdis rilancia a... scopritelo in questa puntata di A Carte Coperte. Minieri riuscirà ad intuire quali sono le carte di Virdis?