javascriptNotEnabled
Home / Video /

7 Card Stud Hi/Lo: probabilità - mani di partenza

 

Esempi prescelti sulla distribuzione delle probabilitá alla 3rd street nel Seven Card Stud Hi/Lo 8 or Better


Premessa:

Le probabilità di vittoria delle mani indicate in seguito, non sono state calcolate seguendo una formula matematica, bensì sono il risultato di una simulazione di 500.000 mani giocate fino allo showdown dopo la 7th street. Ovviamente è utile conoscere sempre in modo più preciso possibile i propri outs anche al Seven Card Stud Hi/Lo. D'altro canto la conoscenza degli outs ha una rilevanza nettamente inferiore rispetto al Texas Hold'em o altri giochi simili con il flop, come variabile per il calcolo degli odds.

Il board con le community cards rappresenta una grandezza assoluta per il calcolo delle probabilità di vittoria. Se sul board non vi è una coppia allora nessun giocatore può avere un full. Al contrario di questo al Seven Card Stud Hi/Lo ognuno gioca individualmente le sue sette carte. Anche se un giocatore tra le sue quattro carte scoperte non ha alcuna coppia, può dopo la 7th street avere in mano un Poker. Nel caso che siano visibili due carte per una possibile scala reale in teoria può anche averla completata, naturalmente se tra le carte scoperte degli altri non vi siano le carte necessarie per completare la scala reale.

Quindi le probabilità indicate servono unicamente come aiuto per orientarsi meglio. Comunque basare principalmente la strategia di gioco sul calcolo degli odds, come per le altri varianti con il flop, è al Seven Card Stud Hi/Lo l'approccio sbagliato.
   
Per l'accertamento delle probabilità di vincita è stato adottato questo schema:

  • Per primo è stato accertato quante volte si è arrivati alla divisione del piatto. 
  • Nel secondo step si è constatato quanto spesso la mano A o la mano B fa scoop al piatto, cioè vince da sola l'intero piatto.

  • Approfondiamo in modo più preciso il confronto delle mani della tabella 1:

Mano A , mano B . La mano A in questo esempio non può fare Lo, perchè devono uscire ancora solo quattro carte. Mano B  può fare Lo, se escono ancora tre carte con valore di 8 o più basso, che non formano una coppia con le carte già esistenti. In circa il 29,5 % dei casi si arriva ad una divisione del piatto, dunque A vince la parte Hi e B la parte Lo del piatto. Del rimanente 70,5 per cento, A ha la possibilità nel 65,2 % e B solo nel 5,3%  dei casi di fare scoop al piatto, cioè di vincere l'intero piatto. Se si vuole conoscere la probabilità con cui una determinata mano risulta perdente, cioè non divide o fa scoop, bisogna guardare le probabilità che ha la mano avversaria di fare scoop. Nel primo esempio la mano A44 perde nel 65,2%, però la mano KKK solo nel 5,3 % dei casi.

Seguono alcune mani di partenza prescelte messe a confronto:

Probabilità delle mani di partenza
Tabella 1


 

Nel secondo esempio di questa tabella la probabilità di divisione del piatto aumenta di colpo del 20 %, poichè anche la mano A può fare un Lo.

Infine ancora due esempi, sul perchè al Seven Card Stud Hi/Lo si dovrebbe rinunciare di giocare progetti di scala e di colori, se in contemporanea non si ha la possibilità di un Lo:

Probabilità delle mani di partenza
Tabella 2


 

Come dimostrano questi esempi il piatto si divide nel 71,4% dei casi mentre lo scoop avviene appena solamente tra il 17 ed il 18 % dei casi.


[navi]
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso