javascriptNotEnabled
Home / Video /

3bet (pt 1)


http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Prima di iniziare il discorso vero e proprio sulle 3bet, ci sono due cose da tenere in considerazione, che riguarda la maggior parte dei player che gioca ai microlimiti:
1 – molti giocatori spesso non sanno cosa fare postflop
2 – gli avversari dei microlimiti non foldano abbastanza alle 3bet

Generalmente, chiamare una 3bet ai microlimiti non è profittevole, e penso che la maggior parte delle persone potrà vederlo da se, filtrando nel proprio database di Hold'Em Manager "faced preflop threebet = true" e constatando quanto -EV sia chiamare le 3bet. Diamo un'occhiata ai due punti iniziali. Adesso, siamo giocatori che conoscono l'importanza della posizione, abbiamo un ampio range di apertura da LP e rubiamo i blind con una certa disinvoltura. Per questo è più probabile che subiremo un maggior numero di 3bet dai giocatori sui blind e sul BTN (in base a quanto siamo aggressivi da CO). A causa della nostra aggressività dal CO e dal BTN, i nostri raise da LP saranno compresi tra i 2 ed i 3 BB, ed il nostro avversario ci 3betterà a 10-12 BB. Se 4bettiamo con successo soltanto 1 volta su 4 (ovvero se il nostro avversario folda la sua 3bet alla nostra 4bet), succederà quanto segue:
4 mani
in 3 di queste mani rilanciamo a 2/3BB, il nostro avversario 3betta, noi foldiamo e perdiamo 8/9BB
nell'altra mano 4bettiamo e l'avversario folda la sua 3bet di 10/12BB e vinciamo 10/12BB
Il profitto netto che ne ricaviamo va dai 2 ai 3 BB ogni 4 mani. In pratica, abbiamo fatto in modo che questi giocatori che ci 3bettano light siano +EV per noi (anche se, probabilmente, nel lungo periodo si avrà una cifra più vicina al break even). Adesso, ricordiamoci che non verremo 3bettati per 4 orbite di fila, quindi dobbiamo considerare che su un campione di almeno 200 mani (circa 22 orbite), ci basta 4bettare solo una volta per avere profitto. E' importante sottolineare questo punto, perché con quanto detto sopra non vogliamo consigliarvi di iniziare a 4bettare light. Dobbiamo scegliere gli spot intelligentemente ed avere history con gli avversari per sapere qual è il loro range di 3bet, sia per valore che in bluff.
Questo, ovviamente, è solo un esempio generale, ma chiunque potrà vedere che, se viene 3bettato spesso e folda il 75% delle volte circa, avrà un piccolo profitto se 4betta gli spot giusti. Ovviamente, se rilanciamo di 4BB+1 per limper, le nostre 4bet dovranno funzionare più frequentemente affinché possiamo avere profitto o, quantomeno, essere break even.

 
 
In pratica, dai due punti iniziali e da questa breve introduzione, potrete vedere come, foldando alla maggior parte delle 3bet ed aspettando lo spot giusto per 4bettare, potrete avere profitto senza rischiare di giocare spot troppo difficili.

Ora, le persone mi chiedono spesso: "Come dobbiamo comportarci contro questi giocatori?"
La risposta è sempre la stessa: "Dipende".
Dipende dalla posizione (se siamo IP o OOP). Dipende dall'history che abbiamo con quell'avversario (o, visto che siamo ai microlimiti, se abbiamo abbastanza history con quell'avversario). Dipende da quale pensiamo sia il range dell'avversario. Dipende dalle dinamiche del tavolo e da cosa è successo prima di questa mano.

Nei prossimi articoli, come al solito, mostreremo e commenteremo degli esempi – che sono sempre il miglior metodo di spiegazione - spiegando i perché delle mosse ed i thinking process che si nascondono dietro queste mani.

 
Tratto dal forum twoplustwo
Tradotto da Marcellus88
 

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso